banner pubblicitario
E..STATE IN ARTE PDF Stampa E-mail
Scritto da Lello Somma   
Lunedì 16 Luglio 2012 16:21

Prende il via sotto gli auspici migliori la rassegna di eventi culturali E..STATE IN ARTE nel suggestivo sito archeologico delle Antiche mura Bastione di Parsano di Sorrento, ospitando venerdi  20 luglio alle 21 uno degi scrittori-drammaturgi più interessanti del panorama nazionale, il napoletano Fortunato Calvino. La serata sara' condotta da Carlo Alfaro, medico pediatra sorrentino e animatore culturale col suo gruppo Il caffè delle muse, e le letture di stralci dell’opera saranno effettuati dagli attori Carlo Di Maio e Ivano Schiavi. Una riflessione sul teatro di Calvino sara' svolta dalla intellettuale Antonia Schiavone, autrice di una tesi di laurea sull’opera del maestro, e da Mariano d’Amora, rinomato docente di Letteratura teatrale. Fortunato Calvino si impone all’attenzione del pubblico e della critica a partire dagli anni ’90 con opere come La statua, del 1990, di cui sarà data lettura nel corso della serata, Geltrude del 1993, in cui narra l’autoisolamento e l’emarginazione della protagonista, Cravattari (nome col quale vengono definiti gli usurai a Napoli) del 1994, in cui descrive il dramma dell’usura che soffoca l’economia e riduce alla disperazione le esistenze, che gli vale il Premio Giuseppe Fava 1995, il Premio Girulà 1996, il Premio Speciale Giancarlo Siani 1997, La camera dei ricordi del 1995,  Maddalena del 1996, che  racconta la storia di una malata di mente e le sue difficoltà di reinserimento dopo l’esperienza del manicomio, e gli fa conquistare il  Premio Enrico Maria Salerno 1996 e il Premio Teatri della Diversità 2001, Donne di potere del 1998, Cristiana famiglia del 1999. Nel 2002 pubblica Il senso nascosto, da cui è tratto il testo Ordinaria violenza di cui sarà data lettura nella serata; nello stesso anno va in scena Malacarne che gli vale il Premio Calcante (SIAD) 2002, il Premio Girulà per la migliore regia a Carlo Cerciello 2003 e il Premio Girulà a Maria Luisa Santella come migliore attrice non protagonista 2006. Seguono Adelaide, Premio Girulà ad Imma Piro come migliore attrice non protagonista 2005, Lontana la città, finalista al Premio Riccione 2005, Madre Luna, in anteprima mondiale all' Italian Seasons di Londra diretta da Mariano d'Amora nel 2008, Cuore nero, Premio Calcante (SIAD) 2009 e  "Premio Girulà" come miglior attore giovane 2009 a Ivano Schiavi. Il dolore per l’impossibilità di futuro, la solitudine lacerante, l’incomunicabilità, l’emarginazione e la deriva sociale i temi cari all’autore, che dipinge affreschi di napoletanità autentici e mai scontati. Una grande occasione culturale per tutti. Ingresso libero.

 

 
Banner